Daniela Poletti • I Segreti del Vetro

3 marzo 2018 - 4 aprile 2018

Protagonisti le opere in vetrofusione, ovvero a quella particolare tecnica artistica che prevede la fusione e l'incorporazione di vetri diversi (e più raramente di sostanze coloranti) per far assumere al vetro forme e cromìe uniche ed originali. Forme e cromìe che hanno convinto artisti del mondo della moda come Armani e Ferrè e che l'hanno portata a collaborare con Moschino, per cui ha ideato e realizzato dei bottoni gioiello.
Per la mostra forlivese Daniela Poletti ha coinvolto nell'allestimento lo stylist Andrea Merendi che ha messo in dialogo la fragilità inflessibile del vetro con quella cedevole dei fiori di carta crespa, creando un percorso affascinante ed inedito.

Daniela Poletti Zino, piemontese di nascita, dopo gli studi in pedagogia matura la decisione di dedicarsi all’arte del vetro: segue diversi corsi di glass fusing tenuti da docenti tedeschi e americani, specializzandosi nelle tecniche di lavorazione artigianale.
All’inizio degli anni Novanta, le prime sperimentazioni, all’insegna di inventiva e creatività, danno vita a una collezione di fiori e piante grasse in vetro che si rivela subito un successo. Pochi mesi dopo, espone i primi complementi di arredo al Salone del Mobile di Milano. Nel 1992 parte l’avventura di Vetrofuso che, nei suoi vent'anni di vita, ha servito grandi marchi, distributori e stilisti famosi, esportando il suo nome, il concetto di Made in Italy in tutti e cinque i continenti.