Paolo Poni • Opera Omgnia

14 maggio 2021 - 27 giugno 2021

L'artista si presenta:
Lo dico così, canticchiando sottovoce.
Un po’ sono Poni e un po’ sono Verni, saranno felici i miei organi interni?

Ho iniziato distruggendo immagini, facendole scoppiare. A scuola, durante i laboratori, inserivo di nascosto delle impurità sulle lastre smaltate da cuocere nel forno per capire come ossidavano alle alte temperature, per vedere che cosa sarebbe successo. Poi, nel tempo, ho imparato a controllarle, a costruire, e usare le stonature come elementi estetici al pari della materia intonata. Non sono un pittore in senso classico, semmai un compositore che tenta di scrivere poesie senza le parole ma attraverso la figurazione. Uso colori e materiali come attori, a volte costringendoli a una parte, a volte seguendone l’improvvisazione, sempre secondo un copione indefinito, lontanissimo, ma anche piuttosto preciso.

Prenotazione visite sabato e domenica: Paolo Poni +39 329 953 7454